Hasta la Raíz (testo e traduzione) – Natalia Lafourcade

Dedicata a tutti quelli che ci portiamo dentro: che ci hanno sbattuto in faccia la porta / con i quali abbiamo sbagliato / che non ci hanno dato tempo... /che il tempo non c'era perché era solo un'illusione / che il tempo non c'era perché è durato un attimo lungo una vita che avremmo voluto …

Leggi tutto Hasta la Raíz (testo e traduzione) – Natalia Lafourcade

Annunci

Napolì

  Tra un Andale ad Andalo, la neve e il freddo pungente dell'alta montagna, mi è venuta voglia di Napolì. Napolì, con l'accento sulla "i", è una canzone dei 99 Posse, pubblicata nel 1993 nell'album Curre, curre, guagliò, tuttavia, a parte qualche sigla di partito politico scomparsa, rimane di estrema attualità per la città e …

Leggi tutto Napolì

#4. Bit+Beat = Do The Whirlwind [by Architecture In Helsinki]

Gli Architecture in Helsinki è una band indie-pop dalla lontana Australia. Originariamente composta da otto musicisti, circa un anno dopo la pubblicazione del loro secondo album In Case We Die (2015), tre membri decidono di abbandonare il progetto musicale per divergenze artistiche. In Case We Die è l’album migliore della band, una sorta di manifesto: un …

Leggi tutto #4. Bit+Beat = Do The Whirlwind [by Architecture In Helsinki]

Stop Making Sense. I Talking Heads hanno ragione.

Mentre ero in fase di revisione di un post sull'utilizzo di tag e categorie - mi sono cimentato in una roba nuova sul te(c)NNico-Andante-Moderato-con-ironia - mi cade l'occhio su un DVD. Il DVD è Stop Making Sense, un film concerto dei Talking Heads registrato live nel corso di tre serate al Pantages Theater di Hollywood …

Leggi tutto Stop Making Sense. I Talking Heads hanno ragione.

#3. Bit+Beat = Space Invaders 2003 [by Ken Ishii vs FLR]

Ettre! Siamo al terzo appuntamento di Bit+Beat=Make Some Nooooise!, giuro che dopo questo non tengo più il conto, ma ho un certo entusiasmo da trasmettervi perché più vado a cercare tra le ragnatele digitali, più m'imbatto in cose nuove o che avevo bellamente ignorato, anche per via di qualche stupido pregiudizio. Così ho ascoltato il Rap, …

Leggi tutto #3. Bit+Beat = Space Invaders 2003 [by Ken Ishii vs FLR]

#1. Bit+Beat = Who’s That? Brooown!

Per chi si fosse perso il pistolotto di inaugurazione di questa nuova rubrichetta partorita al freddo e al gelo esattamente il giorno di Natale, benvenuti al numero  #1 con la consapevolezza che "di doman non v'è certezza", figuriamoci se posso assicurare che ne segua un secondo come il fulmine tenea dietro al baleno. Qui c'è …

Leggi tutto #1. Bit+Beat = Who’s That? Brooown!

Gli Space Invaders invadono la Musica

Nuove rubrichette escono dalle fottute paginette di questo blog al ritmo di bit e beat. Make some noooise! Pong, Space Invaders. Donkey Kong e Mario sono le icone del Videogioco, che in momenti diversi sono stati sdoganati dai media tradizionali presso la cultura di massa. Google ha spesso utilizzato queste icone per rinfrescare il proprio …

Leggi tutto Gli Space Invaders invadono la Musica

Slow Train (testo e traduzione) – Joe Bonamassa

https://youtu.be/NKE3itL4ApY Slow Train  (testo e traduzione) - in Dust Bow di Joe Bonamassa There's a slow train coming Sta arrivando un treno lento It's movin' on down the line Si muove lungo la linea Steel wheels on iron rails Ruote d’acciaio su rotaie di ferro Tonight I'm fixin' to die Stanotte sono pronto a morire Woo, I hope …

Leggi tutto Slow Train (testo e traduzione) – Joe Bonamassa

Videogiochi da paura! Alan Wake

Arriva Halloween e, a dispetto di zombie e altre mostruosità assortite, l'anima del commercio è sempre viva! Le offerte online di videogiochi sono il "dolcetto" per chi ha questa passione o, a maggiore ragione, per il videogiocatore occasionale, grazie a un deciso taglio prezzo sia su titoli recenti sia su quelli più datati il cui …

Leggi tutto Videogiochi da paura! Alan Wake

Pictures of You – The Cure

Millenovecentoottantanove, quasi 1990. Pictures of You. No, non è la data di inaugurazione di questa omonima webbettola; sono vecio, ma non così vecchio nella blogosfera. The Cure pubblicano in Disintegration, il loro ottavo album, questa canzone, che  è - insieme a Just like Heaven -  la mia canzone preferita del mio gruppo preferito. Sia sempre lode al …

Leggi tutto Pictures of You – The Cure

Remember the name (testo e traduzione) – Fort Minor

https://youtu.be/VDvr08sCPOc Molti ragazzi oggi pensano che per essere dei grandi rapper occorra soltanto fare rap e ce la faranno. Non comprendono che nel rap - come in tante cose della vita - vi sono impegno, sofferenza, sudore, lacrime e, forse, le loro rime infuocate e di denuncia diventeranno famose in tutto il mondo. Questa canzone …

Leggi tutto Remember the name (testo e traduzione) – Fort Minor

Morning, night and day (testo e traduzione) – New Order

https://youtu.be/Sx4OVI5cbgs Morning, night and day (testo e traduzione) - in Waiting for the Sirens' Call dei New Order One time didn't do it / Una volta, non ha fatto effetto Two times didn't feel quite right / Due volte, non mi ha fatto proprio bene I didn't know where i was going / Non sapevo …

Leggi tutto Morning, night and day (testo e traduzione) – New Order

Más di Alejandro Sanz e ispaniche suggestioni musicali.

Avete notato che in estate si moltiplicano radio, locali e feste con i ritmi caraibici e latino-americani? Evidentemente nel nostro immaginario collettivo tali ritmi sono legati al concetto di baldoria e spensieratezza. Come l’estate. In effetti, i ritmi caraibici derivano da quelli africani e trovano naturale eco nei nostri corpi, facendo risuonare ataviche corde, sepolte …

Leggi tutto Más di Alejandro Sanz e ispaniche suggestioni musicali.

Colori Proibiti

Forbidden Colours La voce di David Sylvian si intreccia sensualmente alle note della musica di Ryiuchi Sakamotoche. A ogni tocco di tasto sembrano scavare nell'anima, vibra, freme, quasi ne “rabbrividisce” my hands in the soil, buried inside of myself. Si contorce, ma ne desidera ancora. Un suono di passione potente e gentile allo stesso tempo, che arricchisce ogni volta che la ascolti e ti converte ineluttabilmente al suo “credo”: My love wears forbidden colours.

Imparare l’inglese con la musica: 7 Years di Lukas Graham

Traduzione e interpretazione del testo di Laura Fraschetti  Intro Imparare l'inglese senza accorgersene si può. Ne sono la prova vivente: lo studio della lingua è necessario, ma ho appreso con naturalezza dovendo leggere manuali di simulazioni di volo e di giochi di ruolo, che non venivano tradotti. L'idea di Laura è fantastica. Bilingue italiano e …

Leggi tutto Imparare l’inglese con la musica: 7 Years di Lukas Graham

When worlds collide: Florence canta per Final Fantasy XV

Florence and The Machine interpreta magnificamente la cover del classico senza tempo di Ben E. King, "Stand by Me", eseguita da un'orchestra sinfonica, per la colonna sonora del trailer del nuovo attesissimo capitolo di una delle serie più iconiche dei videogiochi: Final Fantasy XV. Sono soddisfazioni! Florence Welch è una delle voci più originali degli …

Leggi tutto When worlds collide: Florence canta per Final Fantasy XV

Bolero – Ep. #2 Il respiro(comico) della vita e il piacere della lentezza

Avviso ai naviganti - Che il moto ondoso sia in aumento e dei venti tesi nel Canale di Sicilia dai quadranti nord-occidentali in rotazione ai quadranti occidentali, poco ve ne cale, ma se volete avventurarvi oltre queste righe, prestate attenzione a quanto segue. Riconosco da lontano il pruriginoso formicolio alle dita che precede un rapporto …

Leggi tutto Bolero – Ep. #2 Il respiro(comico) della vita e il piacere della lentezza

The Cure, influenze musicali e ritorno in Italia

★ The Cure tornano in Italia con quattro date! ★ Quattro occasioni per assistere al concerto della band inglese e un breve excursus di artisti per cui vi sfido a immaginare la loro musica senza che siano mai esistiti i The Cure. Tranquilli, mettetevi comodi perchè c'è tempo. Ahimè si parla della fine del 2016. Le …

Leggi tutto The Cure, influenze musicali e ritorno in Italia

Contenuto di Africa Folk Music Atlas: libro, Cd-Rom e 3 Cd-Audio

Africa Folk Music Atlas

"Africa" oggi si associa solo a un concetto: "migranti". Eppure l'Africa è un continente vastissimo e ricco di diversità tale da suggerire un'abbondanza di argomenti. Uno dei tanti è quello che Beethoven amava definire “il terreno nel quale lo spirito, vive, pensa e fiorisce”: la musica. Un Atlante della musica tradizionale (libro, Cd-rom e 3 Cd-Audio) indica la via per sperimentare l'atmosfera di questa “terra selvaggia e materna”.

Akron/Family – S/t II: The Cosmic Birth And Journey Of Shinju Tnt

Affibbiare un'etichetta agli Akron/Family sarebbe un'impresa improba visto che si divertono a cambiare continuamente. C'è chi li definisce freak-folk, piuttosto citerei il bassista Miles Seaton il quale, in una intervista, dichiarò che l'obiettivo è quello di connettere i sogni e il cuore. Obiettivo centrato in questo disco che, dopo ripetuti ascolti, sottopone il cervello a uno stimolo continuo, a rincorrere l'intuizione, a decodificare le sensazioni e dare forma alle emozioni. Vi sentirete influenze dal Giappone e folk americano, un mix giubilante, psichedelico e vibrante, e quando il suono si fa sporco in un'esplosione di chitarre distorte e drumming forsennato la voce sottile del cantante sarà il perfetto bilanciamento. Un suono profondamente strano, ma mai alieno e respingente; anzi, vi spingerà a cercare le origini di questa "stranezza" dentro di voi. Cose dimenticate, cose sopite e, quando seguendo quelle note, le tirerete fuori, sarà un tripudio di fuochi d'artificio, scintille e cascate di lapilli. Non solo esplosioni, ma un guadagnato relax con le ultime tre canzoni in cui il trio di barbuti americani si abbandona a un suono gentile, cori e riverberi in lontananza, che ispirano natura e luce. Questo disco è musica che fa bene.

Florence + the Machine: Ceremonials – Deluxe Edition.

Ceremonials. Aspettavo con trepidazione questo nuovo Cd di Florence and The Machine. Il Cd precedente, Lungs, per suono, voce e complesso emozionale mi aveva scosso da un torpore musicale dovuto alla continua ricerca di arricchimento, che si risolve il più delle volte nella constatazione di un infatuamento temporaneo e inesorabile ritorno a vecchie colonne portanti …

Leggi tutto Florence + the Machine: Ceremonials – Deluxe Edition.

Every Teardrop Is a Waterfall

Raptus di post...o post da raptus...no, non c'entrano ratti o postumi di sbornia. In preda a un raptus, mentre sbadatamente navigo su Internet alla ricerca di qualcosa che mi incuriosisca, la tivvù sintonizzata su MTV dà l'EMA Award che si è tenuto il 6 novembre a BeeeeelfaaaaAAAST! L'ho voluto urlare come i soggettazzi dal palco....ma, …

Leggi tutto Every Teardrop Is a Waterfall

Scol…legato [Doing The Unstuck Remix]

"Unstuck" in inglese significa "scollato", "scollegato", può essere usato riferendosi anche a uno stato mentale, emotivo. Coincidenza: una delle mie canzoni preferite è Doing the Unstuck e, altra "coincidenza", è una canzone di The Cure. Il detective Malone, spegnendo nervosamente nel posacenere la sigaretta ancora a metà , direbbe al panciuto Ispettore con bretelle e …

Leggi tutto Scol…legato [Doing The Unstuck Remix]

Forbidden Colours (Colori Proibiti)

 Forbidden Colours (David Sylvian e Ryuichi Sakamoto) 22 luglio 2008, ore 8.29. Era un martedì, ho controllato. Questa foto è rimasta nel mio iPhone per tutto questo tempo, in attesa del momento per cui è stata scattata: oggi, fine di ottobre dell'anno dopo. Uno scatto, non voluto, complice il touch-screen e la mia sbadataggine elevata …

Leggi tutto Forbidden Colours (Colori Proibiti)

Botswaltzer

Botswana in due minuti. Tutti tornati alla solita frenesia, eh? Andate alla macchinetta, schiacciate caffè, thè o arrischiatevi finanche al mocaccino, schieratevi davanti allo schermo, sorseggiate la bevanda-placebo (piano, mi raccomando, piano), due minuti, solo due minuti... Onda sonora: Opera 64, N. 1, "Minute Waltz", Frédéric Chopin Ancora? Fatevi rapire dal Botswana! Foto, video, diario e amenità …

Leggi tutto Botswaltzer