Archivi tag: simulazione

Falcon 4.0 Allied Forces. Il Falco torna a volare!

English Version

Il Falco ritorna a volare!

Quando su un sito di commercio online, leader della distribuzione retail nel Regno Unito, ho visto a poco meno di 6 euro Falcon Allied Force, LA simulazione di F-16 Falcon e volo militare, un fremito mi ha colto e non ho potuto che urlare (dentro di me, ancora non voglio essere internato) : Il Falco è tornato! Il Falco torna a volare!

Rispolvero una recensione fatta per un portale in lingua inglese, la ritraduco in italiano (miracoli di hard-disk che muoiono portandosi nella tomba tutto il contenuto!) per LA migliore simulazione di volo militare mai prodotta. E visto il collasso della nicchia di mercato delle simulazioni di volo, anche una delle ultime degna di tale nome.

Falcon 4.0 (1998)

Erano i tempi della “Microprose”. Per un giocatore di vecchia data come me, Microprose  è sinonimo per eccellenza di giochi di simulazione, corposi manuali stampati a colori, voluminose e fantastiche confezioni in cartone (non quelle banali scatoline tipo DVD, tutte uguali, in plastica): l’insieme di tutti questi elementi rendeva l’esperienza appagante, aumentava il coinvolgimento, stimolava nuove conoscenze e la curiosità di cercarne altre, riusciva a ricreare la sensazione di essere-lì, nell’abitacolo. Ricreava un’esperienza che valeva la pena di…volare, anche se solo nella propria testa, occhi e schermo.

Nel 1998 Microprose pubblicò Falcon 4.0, la simulazione definitiva di F-16 Falcon. Con il passare degli anni, potendo giudicare anche i prodotti similari pubblicati in seguito, possiamo tranquillamente affermare che Falcon 4.0 è LA simulazione. Sebbene la prima release fosse piena di bug, non ho mai rimpianto un solo minuto speso a giocare…volevo dire: volare!

Di lì a poco, il mercato dei simulatori di volo, all’epoca già ridotto a mera nicchia di “irriducibili” della simulazione, collassò definitivamente: Microprose chiuse  nel 2002  e Falcon 4.0 cessò di esistere.

Continua a leggere


Heatseeker, l’insostenibile leggerezza del…volo.

(English version)

Lo confesso, sono un convinto pilota di volo simulato, una passione naturale per aerei, aeronautica e il volo in generale. Il nickname di chi scrive, RedBavon dovrebbe già suggerirvi quanto batti in petto questa passione. Sono un giocatore di vecchia data (l’anagrafe non fa sconti) e da altrettanto sono un pilota di volo simulato. I biplani di Triple Action su Mattel Intellivision (1981) per me valgono come battesimo di volo e di fuoco. Quando molta parte del “volare” era a carico della fantasia. Per capire cosa intendo, basta guardare la schermata di Triple Action del “gioco dei biplani” , così come lo chiamavamo mio fratello ed io.

Triplice Azione.

Triplice Azione.

In rosso: il Redbavon...molto giovane

In rosso: il Redbavon…molto giovane

La nostalgica premessa delle memorie barbose di un vecchio videogiocatore non deve interpretarsi come snobberia da retro-gamer (Il vintage è di moda), ma come una dichiarazione di assoluto amore per le simulazioni di volo, dalle forme embrionali, come Triple Action, a quelle estremamente complesse , accompagnate da corposi manuali: tante ore sulle spalle per imparare a volare .

Volare senza sparare però non mi ha mai coinvolto. Al volo cosiddetto “civile” non mi sono mai appassionato, sono un in-civile: Falcon 4.0 e IL-2 Sturmovik per PC sono le mie simulazioni preferite. Heatseeker per Wii è l’esatto opposto.

Continua a leggere