Hasta la Raíz (testo e traduzione) – Natalia Lafourcade

Dedicata a tutti quelli che ci portiamo dentro: che ci hanno sbattuto in faccia la porta / con i quali abbiamo sbagliato / che non ci hanno dato tempo… /che il tempo non c’era perché era solo un’illusione / che il tempo non c’era perché è durato un attimo lungo una vita che avremmo voluto vivere insieme / che sono andati via perché il loro tempo era finito / che si sono allontanati perché non avevano più tempo per noi / che non ci sono più / che sono lAssù / che sono lontani e non abbiamo mai il tempo di salire su un’automobile-corriera-treno-aereo / che sono vicini e non abbiamo mai il tempo di bussare al citofono e al campanello / che gli hai mandato un e-mail e sono talmente tanti mesi che non ti è arrivata una notizia che pensi al peggio / che hanno i tuoi telefono-email-uoZappe-fessebuk-tuittè-e-pure-telegràm ma nulla da dirti / che finalmente hai capito che non hanno tempo per te / che sono fuori tempo massimo (e – stanne certo – torneranno nel recupero dell’ultimo dei tempi supplementari) / che “scusa, non ho avuto tempo” /che fanculo-basta-non-ti-richiamo-ma-poi-ci-speri-da-morire / che fanculo-non-ti-richiamo-e-poi-basta-veramente-affanculo / che oddio-vorrei-tanto-chiamarti-ma-ho-paura / che occhei-ho-deciso-ti-richiamo-(hounapaurafottutaperò)-e-ti-risponde-la-segreteria / che fanculo-a-tutte-le-segreterie / che ricevi una bella notizia da una lontana conoscenza / che non ricevi più notizie. Mai più.

Hasta la raíz di Natalia Lafourcade

Dedicata a tutti quelli che, nonostante tutto, ci portiamo dentro.

Hasta la raíz (Fino alla radice) di Natalia Lafourcade

Sigo cruzando ríos
Continuo ad attraversare fiumi
Andando selvas
a camminare per le foreste
Amando el sol
ad amare il sole
Cada día sigo sacando espinas
Ogni giorno continuo a togliere spine
De lo profundo del corazón
dal profondo del cuore
En la noche sigo encendiendo sueños
Di notte continuo ad accendere i sogni
Para limpiar con el humo sagrado cada recuerdo
per pulire con il fumo sacro ogni ricordo

Cuando escriba tu nombre
Quando scrivo il tuo nome
En la arena blanca con fondo azul
nella sabbia bianca con sfondo blu
Cuando mire el cielo en la forma cruel de una nube gris
Quando guardo il cielo nella forma di una crudele nuvola grigia
Aparezcas tú
Arrivi tu
Una tarde suba una alta loma
Un pomeriggio sali su una collina alta,
Mire el pasado
Guarda al passato
Sabrás que no te he olvidado
Saprai che io non ti ho dimenticato

Yo te llevo dentro, hasta la raíz
Ti porto dentro, fino alla radice
Y por más que crezca, vas a estar aquí
e, per quanto cresca, starai qui
Aunque yo me oculte tras la montaña
per quanto io mi nasconda tra le montagne
Y encuentre un campo lleno de caña
e incontri un campo pieno di canne
No habrá manera, mi rayo de luna
non ci sarà più alcun modo, mio raggio di luna
Que tú te vayas
Che tu vada via

Pienso que cada instante sobrevivido al caminar
Penso che ogni momento sopravvissuto al cammino
Y cada segundo de incertidumbre
e ogni secondo di incertezza
Cada momento de no saber
ogni momento di non conoscenza
Son la clave exacta de este tejido
sono la chiave esatta di questo tessuto
Que ando cargando bajo la piel
che mi porto sotto la pelle
Así te protejo
Così ti proteggerò
Aquí sigues dentro
qui ancora dentro

Yo te llevo dentro, hasta la raíz
Ti porto dentro, fino alla radice
Y por más que crezca, vas a estar aquí
e, per quanto cresca, starai qui
Aunque yo me oculte tras la montaña
per quanto io mi nasconda tra le montagne
Y encuentre un campo lleno de caña
e incontri un campo pieno di canne
No habrá manera, mi rayo de luna
non ci sarà più alcun modo, mio raggio di luna
Que tú te vayas, que tú te vayas
Che tu vada via, che tu vada via

Yo te llevo dentro, hasta la raíz
Ti porto dentro, fino alla radice
Y por más que crezca, vas a estar aquí
e, per quanto cresca, starai qui
Aunque yo me oculte tras la montaña
per quanto io mi nasconda tra le montagne
Y encuentre un campo lleno de caña
e incontri un campo pieno di canne
No habrá manera, mi rayo de luna
non ci sarà più alcun modo, mio raggio di luna
Que tú te vayas, que tú te vayas
Che tu vada via, che tu vada via

Yo te llevo dentro, hasta la raíz
Ti porto dentro, fino alla radice
Y por más que crezca, vas a estar aquí
e, per quanto cresca, starai qui
Aunque yo me oculte tras la montaña
per quanto io mi nasconda tra le montagne
Y encuentre un campo lleno de caña
e incontri un campo pieno di canne
No habrá manera, mi rayo de luna
non ci sarà più alcun modo, mio raggio di luna
Que tú te vayas
Che tu vada via

Annunci

Informazioni su redbavon

https://redbavon.wordpress.com/about/ Vedi tutti gli articoli di redbavon

19 responses to “Hasta la Raíz (testo e traduzione) – Natalia Lafourcade

  • Tati

    Ecco… Tu non hai idea.. Anzi sì, l’hai descritta perfettamente quella sensazione…
    MiOsteCaro… avere l’anima come un grumo di radici… E strappale se riesci… Io no 😉

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      Questa canzone aiuta. Ho trovato nella voce di questa cantante messicana una carezza, una comprensione, un’inclusione di quanto ho buttato giù di (ri)getto, senza pensarci, come veniva…Ecccome veniva!…
      A volte non serve sapere, basta solo un po’ si empatia 😉

      Mi piace

      • Tati

        Sei riuscito a tirare giù una valanga di pensieri che frullano da tempo…
        Dici bene, empatia…
        😚

        Liked by 1 persona

      • redbavon

        Funziona tra due persone che non si conoscono e per giunta a distanza, pensa cosa succede tra persone vicine…ne basterebbe un po’, tantO CoSI’

        Mi piace

      • Tati

        E pensare che c’è chi non crede affatto a questa possibilità a distanza…
        Hai ragione, pensa averne un briciolo con chi ti sta accanto…

        Liked by 2 people

      • redbavon

        E ho anche l’insano sospetto che sia terribilmente contagiosa…per questo motivo penso sia la maggiore missing in action di questo periodo. Il contagio sarebbe pericoloso. Destabilizzante delle paure che ti frenano,delle divisioni che ci separano, dello scontro di idee…Con L’empatia avremo: coraggio, comunione, dialogo. Oggi “Assenti ingiustificati”

        Mi piace

  • lamelasbacata

    Posso dire che ti odio???
    No, in realtà ti voglio un mondo di bene ma questo è un colpo da cartellino rosso.
    Vado, cerco un po’ di lasonil….
    Bacio

    Liked by 2 people

  • tiZ

    La distanza crea, la distanza distrugge…
    Il silenzio di tutte le parole non dette, perché non sempre puoi scriverle, il ricordo le ferma tutte lì in quel groppo in gola che “quella non era la volta giusta” , che sarebbero state fraintese, quell’ abbraccio che ogni cosa avrebbe consolato… a sancire l’ indivisibilitá nonostante la fine.
    Per conservare il ricordo nella felicità, prima di quella parola di troppo, di quello slancio che divide. Chissà se impariamo dai nostri errori o più semplicemente diventiamo “controllati” nei rapporti umani, per non sbagliare più, per non invadere più. .. chè se a volte aspetti i tempi dell’altro finisce che termina il tuo..
    E ti ritrovi a darti la risposta ad una domanda mai posta, a lasciare che il quotidiano ti giustifichi, a moderare le ansie, ad un convenevole “doveva andare così ” .Al di là di ogni ragionevole dubbio mi proteggo con un : l’empatia muove sopra di noi istanti di felicità condivisa, la divisione del bene e del male ci unisce e ci fortifica nell’amicizia, i tempi di abbandono sono pari a quelli della condivisione, a quelli di musica e di silenzio, di rispettosa distanza unita al ritrovarsi senza troppe domande. Ciò che è finito, terminato, esaurito non aveva più nulla da dire, nulla da costruire, produrre, realizzare. E la nostra anima, il nostro corpo e la nostra curiosità va a servizio di una nuova strada da determinare, che muove lontano dal resto del mondo per trovare il proprio “singolare” posto nel mondo.

    Liked by 2 people

  • kairos139

    L’ha ribloggato su Kairose ha commentato:
    Bellissimo post di redbavon

    Liked by 1 persona

  • alessialia

    non so che die… mi sono emozionata… uff.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: