Lo slalomista idiota colpisce ancora!

Oggi, mentre mi recavo in ufficio, come ogni sacrosanta mattina che il Signore ancora mi manda, c'è stata una prova generale di Giudizio Universale nella sua versione, vintage ma già dall'efficacia comprovata, "Diluvio". Per circa quaranta minuti, si è riversata sul percorso casa-ufficio una quantità di acqua impressionante con puntuale allagamento delle strade a causa di tombini otturati …

Leggi tutto Lo slalomista idiota colpisce ancora!

Annunci

Lo slalomista. Gigante? Sì, la sua idiozia.

La Mala Educación…de carretera. Parte tercera. Automobilisti maleducati e indisciplinati, davvero brutte bestie. E il mio anatema si è già abbattuto con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno sugli "sciacalli" in scia alle ambulanze e agli stabilmente parcheggiati in doppia fila, ora è il turno degli "slalomisti". Lo "slalomista" tipicamente approfitta della distanza di sicurezza che ogni automobilista dovrebbe mantenere per sacrosanta prudenza; lavora di cambio e marce basse, pestando l'acceleratore e il freno a strappo, provando quasi un orgasmo quando riesce a superare, categoricamente sulla destra, scartare a sinistra per rientrare davanti all'avantreno della macchina che un attimo prima lo precedeva e inchiodare a un paio di dita di distanza dal paraurti dell'auto davanti, ferma in coda al semaforo. Ma in una giornata di pioggia che Dio la mandava e il Comune della Capitale dichiarava la massima allerta meteo, tale genie esecrabile di automobilista avrà il giusto fio.

Specchietto catafratto

L’automobilista del parcheggio in doppia fila è l’altra genie bersaglio delle mie più potenti maledizioni nonché sboccacciate esclamazioni che non oserebbe ripetere nemmeno un tifoso della Curva Nord dopo un autogol subito all’ultimo minuto del tempo di recupero. Il tipico-automobilista del parcheggio in doppia fila è quello del “tanto non dò fastidio”, “tanto ci passano, quello dei “5 minuti e ritorno (dopo un’ora)”, quello “onesto e scrupoloso” perché “avevo lasciato anche le chiavi attaccate”. Ho un rimedio...

BAV4-Full-optional

Lo sciacallo

Tra le tante forme di maleducazione in cui s'imbatte chi è costretto a usare l'automobile tuttIsantissimiggiorni per recarsi al lavoro, la più bieca è quella di "appiccicarsi" dietro un'autoambulanza a sirene spiegate. Lo Sciacallo si manifesta dal nulla e sempre nel secondo esattamente dopo che una strepitante autoambulanza ti ha sorpassato. Ha la fottuta abilità di riuscire a materializzarsi dietro di te, preferibilmente nell'angolo-cieco delgli specchietti laterali. Ho un utile optional per insegnargli un pò di educazione.