The Legend of Zelda in…Basic

8-bit Encore: The-Legend of Zelda by thehookshot

8-bit Encore: The-Legend of Zelda by thehookshot

In un fottutamente afoso luglio dell’anno scorso varca la soglia di questa webbettola un altro losco figuro. Se ricordate la reazione del buon Samvise Gamgee alla vista di Grampasso nella locanda de Il Puledro Impennato, avete un quadro della situazione. Grampasso si rivelò essere il formidabile Aragorn, così Jaco72 – ok il nick sa di codice fiscale dimenticato😉 – si è rivelato essere un fratello di joypad. L’E3 del 2015 è stato ispiratore di un post bandito dall’Accademia della Crusca e dall’Agenzia Italiana del Farmaco ai malati della sindrome TLDL (TroppoLungoDaLeggere). Un post di amore, passione, versamenti di bile e rodimenti di fegato per un Digital Event Nintendo, ribattezzato (We are not)Digital Dement. Jaco72 è tornato! E continua un discorso iniziato in uno tsunamico commento solo perché, vedendolo entrare, gli avevo detto: Aloha.

Se “Papersoft” vi dice qualcosa, se un listato Basic vi ha fatto perdere diottrie ed esclamare nel pieno della notte “Eppure il pixel si muove!” e alla nascita di vostra figlia , davanti all’incaricato dell’anagrafe, vi è baluginato anche per un nanosecondo l’idea di darle il nome “Zelda”…READY. PRESS PLAY ON TAPE

press-play-on-tape

10 IF Nintendo avesse presentato la nuova NX e relativi giochi, accompagnati da data di lancio almeno “natalizia”, nonostante i miei recenti disamori, THEN GOTO 100

20 il nuovo The Legend of Zelda é davvero bellissimo, ma, in ordine…

30 La natura a mondo aperto un poco mi spaventa, non amo particolarmente il genere. Riusciranno a riempirlo di personaggi, segreti e nemici in numero e varietà tale da renderlo vivo ed emozionante da esplorare? Perché seppure si trattasse di una demo, città e personaggi non giocanti fossero assenti nella prova, il ripetersi di piccoli scontri con nemici tutti uguali, l’ennesimo cestone aperto con “ciarpame” all’interno, l’inventario pieno di tantissimi oggetti inutili o quasi uguali a se stessi, tante armi con solo una matematica di “più o meno 10 di attacco” a differenziarle, hanno un poco allertato i miei “sensi di ragno”.

40 Perché Zelda é e deve essere poesia, mistero, senso di scoperta e progressione, ma vera e tangibile, non misurata in +10 o +30.

50 I vociferati 100 mini-dungeon nascosti all’interno della mappa, presumibilmente semplicistici o poco gratificanti (The Wind Waker docet) e le poche informazioni sui “dungeons” principali, che si vocifera essere solo 4, disseminati su un’area estesissima mi hanno (seppure di voci si tratta) demoralizzato non poco. Ho trascorso giorni della mia vita a cavalcare nelle desolate lande di Shadow of the Colussus, solo per cercare l’ennesima lucertola dalla coda bianca, ma quel piccolo, scattoso e poetico mondo, quel senso di solitudine e abbandono, furono allora per me qualcosa di magico e irripetibile. Da Zelda voglio altro!

60 Dal nuovo Zelda esigo almeno dieci, anzi no, quindici “dungeons” principali, con enigmi vari e immaginifici, con temibili boss e mini-boss, che non “vadano giù” con i soliti tre colpi sul Puntone Rosso Lampeggiante (!), ma che richiedano studio e fatica per essere superati, nel rispetto dello stile Nintendo, però, perché Dark Souls già c’è a farlo meglio.

70 Da Zelda voglio soprattutto che torni a farmi e innamorare, non di lei, ma delle pure e se vogliamo, fanciullesche, ingenue emozioni che provavo da bambino, quando mia madre, prima di dormire, mi raccontava di regni incantati e  meravigliose principesse. Zelda con i suoi silenzi, i suoi sorrisi, le sue frasi non dette, la sua fragilità, la sua forza interiore… Non voglio diecimila personaggi non giocanti con cui parlare di nulla, la cui umanità e capacità di dialogo sia pari a quella di una segreteria telefonica, per questo c’è già il mondo reale. Voglio pochi personaggi ma che abbiano un’anima, che sappiano parlare, non necessariamente con parole, ma con espressioni, sguardi, gesti, silenzi, con il cuore. In questo Nintendo é sempre stata maestra. Spero non si perda questa volta in chilometri quadrati di nulla.

80 ELSE PRINT “Nintendo ti odio!”

90 GOTO 80

100 PRINT “Nintendo ti Amo, ti ho sempre amata, non riesco più a videogiocare senza i tuoi grandi giochi! Grazie di essere tornata!”.

110 GOTO preorder Nintendo NX, 10 copie del nuovo Zelda, un paio di Mario, lo stesso del nuovo Wave Racer e… aspetti, cosa mancava…Scusi, ho degli ospiti a cena… Ahhh, si , che sbadato, mi aggiunga anche un paio di chili di Metroid, un Pikmin bello fresco, un Kid Icarus, un Donkey Kong e un Mario Kart…Sa, i bambini..

120 RETURN TO 100 ( licenza basic-poetica)

c64-loading-run

Zelda-WiiU

 


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: