Iwata-sama, dōmo arigatō

Agli inizi di dicembre dell’anno scorso ci ha lasciato Ralph Baer, il papà dei videogiochi. Qualche giorno fa, l’11 luglio, anche Satoru Iwata. Alla giovane età di soli 55 anni, ci lascia non soltanto il presidente di Nintendo, ma nel profondo del suo cuore – come si era autodefinito – un videogiocatore.

Annunci

Zelda ti amo. Firmato: Nintendo.

Lo so, guardando questa immagine, già state pensando di cliccare pagina altrove perchè, frequentatori di questa bettola dei bassifondi di InferNet, avete già intuito che il soggettazzo che scrive è di nuovo nella sua più smagliata forma del Pindaro in versione pirla. Fate un errore: no, non sul pirla, ma su ciò che vi lascereste …

Leggi tutto Zelda ti amo. Firmato: Nintendo.

Cheap’n fun, fritto misto di grandi videogiochi a prezzi piccoli

Siamo in pieno periodo in cui l'industria dei videogiochi cala i "pezzi grossi". I titoli cosiddetti tripla A, quelli "unti dal Signore" per meriti propri o per meriti del marketing. Vi si concentra la più alta concentazione di uscite e, deo gratias, di titoli eccellenti. Per l'industria e per la distribuzione è tempo di ricche …

Leggi tutto Cheap’n fun, fritto misto di grandi videogiochi a prezzi piccoli

Cheap ‘n fun, fritto misto di grandi videogiochi a prezzi piccoli.

Un'assurda storia di frittura e videogiochi. L'olio ve lo dovete portare da casa. Mejo quello de' mamma. Si inaugura una nuova "rubrica" (la voglio chiamare come i rotocalchi di gossip che mi fanno l'occhiolino in attesa dal barbiere) e voglio intitolarla con un bel barbarismo tutto inglese come va di moda negli ambienti di business …

Leggi tutto Cheap ‘n fun, fritto misto di grandi videogiochi a prezzi piccoli.

Disney e videogiochi: il gigante si è risvegliato.

The Walt Disney Company, ma per tutti semplicemente Disney, non ha certo bisogno di presentazioni, visto che è una delle più grandi aziende dell’intrattenimento del pianeta e, potete scommetterci, della galassia quando finalmente – addio al traffico sulla tangenziale - scopriremo il teletrasporto. Però vi avverto: io la calzamaglia attillata come il comandate Kirk non …

Leggi tutto Disney e videogiochi: il gigante si è risvegliato.

A 14e99, che fai???…GIELO LASCIiii?!?

Se qualcuno è stato attratto dal titolo, riconoscendo l’istinto ossessivo e compulsivo che ti assale quando le grandi catene di abbigliamento strillano da cartelli dai colori sgargianti “solo NOVEeNOVANTA”, irresistibile richiamo di una sirena interessata solo al vostro portafogli, state leggendo le righe sbagliate. Non continuate oltre: qui si parla di videogiochi. Scusate ma non …

Leggi tutto A 14e99, che fai???…GIELO LASCIiii?!?

Heatseeker. The Unbearable Lightness of flying.

Do you want to join Airforce? Do you want to be a jet fighter pilot? Now, Wii...can! Heatseeker for Nintendo Wii is a combat flight game (not a simulation), has a predictable gameplay, no dynamic war theatre, no complex commands. You can control aircraft by the Wii remote and this makes it unique on Wii. Despite predictable gameplay and old-gen audio-visual effects, Heatseeker is simply fun because controls make for an immersive experience.

Heatseeker, l’insostenibile leggerezza del…volo.

(English version) Lo confesso, sono un convinto pilota di volo simulato, una passione naturale per aerei, aeronautica e il volo in generale. Il nickname di chi scrive, RedBavon dovrebbe già suggerirvi quanto batti in petto questa passione. Sono un giocatore di vecchia data (l’anagrafe non fa sconti) e da altrettanto sono un pilota di volo simulato. I biplani di …

Leggi tutto Heatseeker, l’insostenibile leggerezza del…volo.

Somma Algebrica emozionale: de Blob.

Come inaugurare meglio la nuova fiammante sezione di questo umile-ma-onesto b(av)log: VideO'gioco, quant'è bello spira tanto sentimento! Questa immagine è una mini-recensione, che è stata pubblicata nel numero di marzo di GAMEPRO, una rivista davvero unica nel panorama editoriale italiano che tratta dei "Videogiochi" con competenza, coerenza, senso critico, razionalità e passione per un medium ancora troppo spesso relegato nella "stanza dei bambini" (per questo concetto leggi il saggio "Sulle Fiabe" in "Albero e Foglia", J.R.R. Tolkien).