Archivi tag: Il risveglio della Forza

Star Wars VII: meno 2 all’alba. L’ansia da prestazione

Tranquillo, Luke...Tranquillo. Questa volta, vedrai, andrà meglio...

Tranquillo, Luke…Tranquillo. Questa volta, vedrai, andrà meglio…

Che la Forza sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti ai Signori Jedi. Rendiamo grazie agli Jedi. E’ cosa buona e giusta.

Il momento tanto atteso sta giungendo. Ciò potrebbe rimbalzarvi peggio che sul Muro di Gomma dell'”incidente” di Ustica se non siete uno Star Wars “addicted” (“fan” sa troppo di adolescente urlante a un concerto di pop-star e io ho una certa età).

Non me ne cale tu chi sia, o naufrago su questi lidi, sappi però che Star Wars è un argomento che ha già generato parecchia letteratura, invero di opinabile levatura, in questo arcipelago semi-disabitato e fuori dalle rotte conosciute nell’oceano di Internet.

Sappi pure che se “Star Wars” è qualcosa che ti suona nuovo e del tutto sconosciuto all’udito, le cose sono due (e non una alternativa all’altra): 1. hai vissuto fino a oggi su un pianeta del sistema stellare di Betelgeuse, seconda stella a destra dopo Rigel, costellazione di Orione questo è il cammino e poi dritto, fino al mattino poi la strada la trovi da te; 2. giunto su questo piccolo sasso planetario, dopo un viaggetto di 600-640 anni luce, fai un ultimo sforzo: occorre urgentemente che ti vada a fare vedere da un bravo specialista in otorinolaringoiatria.

Star Wars: il Risveglio della Forza, d’ora in poi “Star Wars” e basta, sta arrivando, generando dentro di me un’attesa, un’ansia neanche fosse l’eclissi di Sole profeticamente annunciata da quei furbacchioni di sacerdoti Toltechi al volgo Maya raccolto in trepidante attesa sotto la piramide di Chichén Itzá (accento sulle ultime sillabe, tanto lo so che pronuciate “CícenÍzza”)

L’ansia da prestazione.

Il 16 pomeriggio l’ho preso di ferie: mi porto al cinema a vedere Star Wars i due nani di 4 anni e la compagna allergica a qualsiasi cosa inizi con “fanta”, a parte l’aranciata. Siamo insieme ad altri genitori, Star Wars “addicted” come me, e relativo pargolame.

Continua a leggere

Annunci

Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer [Parte 4]

Segue da [Parte 1] , [Parte 2] , [Parte 3]

[cliccate sulle immagini per ingrandirle]

Noio volevàn savoir

Fotogramma n.18 di Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer #3

Robot-olo bianco a Robot-tone rosso: “01001110 01101111 01101001 01101111 00100000 01110110 01101111 01101100 01100101 01110110 11100000 01101110 00100000 01110011 01100001 01110110 01101111 01101001 01110010 00100000 01101100 00100111 01101001 01101110 01100100 01101001 01110010 01101001 01110011 01110011” Trad: “Noio volevàn savoir l’indiriss…”

Han Solo è alla testa del gruppo di sfollati…Ehm degli eroici ribelli, sicuramente inseguiti da stuoli di imperiali, ma Han in quanto a fughe sa il fatto suo. Giungono alle porte di questa costruzione dall’architettura che dà un senso di antico e autorevole. Sarà la residenza di qualche importante personaggio o un tempio? Conoscendo Han e i suoi trascorsi di ricerca di reliquie in templi, tombe o luoghi più o meno pericolosi e il vizietto “fetish” di godere nel prendere a frustate i nazisti, punterei tutto sull’ipotesi “tempio”. Le strisce colorate pendenti dall’alto potrebbero avvalorare l’ipotesi “tempio” poiché ricordano l’usanza tibetana delle bandiere di preghiera. Se non fosse che sono napoletano e riconosco che quelle non sono bandiere di preghiera, bensì filari di panni spasi (trad: stesi), come nel dedalo di vicoli del centro storico di Napoli, tra vasci, chiese dimenticate e piccole cappelle che custodiscono grandi tesori come il Cristo Velato.

Pertanto, escludendo che si tratti di un tempio, i nostri tre eroi si stanno dirigendo verso la residenza dell’immancabile capèra ‘nciucessa (trad: pettegola) o ras del quartiere, che possa loro fornire: A) una scodella di zuppa calda; B) un paio di litri dell’ ojo bbbono, quello de mamma, per i circuiti del robot-olo; C) un bagno pulito; D) un giaciglio di paglia; E) informazioni per andare dove devono andare.

Mmmh…Forse era meglio la prima ipotesi: un tempio per raccomandarsi all’Altissimo, la situazione sembra consigliarlo. Obi Wan, don’t say a prayer for me now. Save it till the morning after.

Continua a leggere


Star Wars VII: La rivincita del Nerd Logorroico

Redbavon-tweet-SW7trailer

Das Raumschiff. L’ Astronave. Nella pubblicità della nota Macchina del Popolo (tedesco), è stata eliminata la voce che pronuncia la scritta che appare sotto al logo: Das Auto. L’Euro dà, l’Euro toglie.

Convivo con due nani da 4 anni. Dichiarare di essere pronti a un simile evento nella tua vita è come aspettare sulla spiaggia uno tsunami, con la tavola da surf sotto il braccio e il panino con la cotoletta nella borsa termica sotto l’ombrellone. Nulla sarà come prima. E la vita che avevi sognato nei tuoi piani lastricati di buone intenzioni ed elevate aspettative non solo sarà obliterata, ma perderà di qualsiasi significato. Così, in uno schiocco di dita, verrà naturale.

Tutto ciò che ha fatto parte della tua vita, non avrà più senso, a eccezione di una: il sonno.

E anche questa cosa verrà irrimediabilmente obliterata.

Il “nano” non ti darà tregua, che sia notte fonda o mattino presto o un’ora tale da non distinguere se sia meglio chiamarla “notte mooolto fonda” o “mattina mooolto presto”. Il “nano” si ciba del tuo  sonno.

Continua a leggere


Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer [Parte 3]

Segue da [Parte 1] , [Parte 2]

[cliccate sulle immagini per ingrandirle]

Fotogramma n.11 di Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer #3

Il Millennium Falcon! Due TIE Fignter a ore sei! Beh, non dureranno abbastanza da potere raccontare d’averlo visto.

Il Millennium Falcon è tornato! Il mucchio di ferraglia a forma di padella ha ancora l’attitudine ad attirare sciami di TIE Fighter quanto un parafulmine attira i fulmini. La vecchia “ferraglia” come la conoscevamo, a eccezione della parabola del sistema sensori che manca ancora. Pare che l’assicurazione non abbia ancora pagato i danni causati da Lando Calrissian nell’attacco alla seconda Morte Nera, sollevando l’eccezione ex. art. 1912 c.c.: nella polizza erano esclusi gli eventi terremoto, guerra, insurrezione, tumulti popolari. E’ sempre la solita storia con le assicurazioni: se non leggi le postille scritte in piccolopiccolo e non fai il CID, sono dolori. E’ comunque un bel vedere: la nostra vecchia fregata leggera YT-1300 che “ha fatto la rotta di Kessel in meno di dodici parsec”, leggendaria quanto il suo equipaggio, Han Solo e il suo degno compare, quel “tappeto ambulante” di Chewbacca. L’unico dubbio è chi è che lo sta pilotando: ha cambiato talmente tanti piloti che non mi stupirei di vederci alla cloche Valentino Rossi. L’Alleanza Ribelle c’è!

Continua a leggere


Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer [Parte 2]

Segue da [Parte 1]

[cliccate sulle immagini per ingrandirle]

Fotogramma n. 5 di Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer #3

Se producessero un automobile con un motore che ha il suono del TIE Fighter, mi metterei all’uscita della catena di montaggio per comprarla. Quel paio di cannoni laser sono una manna nel traffico congestionato sul G.R.A. e per le auto parcheggiate in doppia fila fissa. <Psciùùùùùù!> un bagliore verde e <BUUUuuuM!>. Ora sei polvere sottile.

Yeaaaaah! TIE Fighter! La cavalleria dell’aria dell’Impero! Con quel suono unico che mi fa venire i brrrividi! Nuovo modello di pacca, vernice metallizzata inclusa, turbolaser munito, agile nel combattimento ravvicintato come una “Vespa 50” nel traffico di punta. Non è un modello “full optionals”: l’Impero è andato al risparmio su scudi deflettori, motore iperguida e sistemi di sostentamento per il pilota. Fabbricazione genovese? La nuova colorazione, nera e rossa, fa venire in mente un’associazione di nazista memoria. Darth Vader potrebbe sembrare un comandante bionico della Gestapo nell’anno 3000 e il Gran Moff Tarkin è spietato quanto il Reichsführer delle SS. Tali indizi danno concretezza a una mia ipotesi: il TIE Fighter potrebbe essere di fabbricazione tedesca…

Continua a leggere


Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer [Parte 1]

Le 43 milioni e passa visualizzazioni dell’ultimo trailer di “Star Wars VII – Il risveglio della Forza” provano che – come cantavano The Doors – people are strange ma..You’re NOT alone. Un’isteria collettiva, esaltante per i fan della saga, totalmente incomprensibile per il resto della specie umana più saldamente ancorata alla crosta terrestre. Per alcuni Star Wars è una religione, è una fede. Io ne sono follemente innamorato (vedi i diversi post sul tema). Dopo avere convertito alla Forza i miei due nani di 4 anni, provo a mettermi nei panni degli “infedeli” con un approccio al trailer che i fan definiranno tra l'”irriverente” e il “blasfemo”, ma è l’ atteggiamento “politically correct” che ci si attenderebbe da un uomo maturo (?) alla suonata età di 47 anni, padre di famiglia, alle prese con la quotidianità, teso a procurare un dignitoso futuro ai due pargoli.  A uso e – spero – abuso di questa matura platea e non avvezza alle Guerre Stellari, divido in più parti lo “spiegone” del trailer.

Che la Forza sia con me. Redbavon 5 standing by.

[cliccate sulle immagini per ingrandirle]

Fotogramma n.1 Star Wars VII: analisi (poco seria) del trailer #3

Tranquilli! NON è un terrorista! Anche se lo fosse, è sufficientemente lontano da casa nostra. Per la precisione è in una galassia lontana lontana…

“C’è Crisi”. Star Wars si adegua alla situazione dell’economia reale ed è vicina alle famiglie. Outfit modello “siamo con le pezze al cu*o” senza rinunciare però ad accessorio di classe: occhiali fascianti, lenti polarizzate, Unità Acquisizione Bersagli con telescopio a 20 ingrandimenti per la visione diurna (consigliato dall’Associazione Ottici Galattici); telecamera termica per la visione notturna, funzione “raggi-X” per visione di completi intimi uomo/donna (era da quando leggevo il Monello e l’Intrepido che ne desideravo uno!); una bussola digitale e un record data system con funzione “Smemoranda”. Nelle aste è montato chip Wi-Fi e lettore mp3 con scheda prepagata, 20 crediti omaggio per lo store i-Galaxy-4-Tunes. Quando i dettagli contano.

Continua a leggere