Star Wars IX , la recensione che non mi aspettavo…da mio figlio di otto anni


Mio figlio Jacopo oggi mi ha fatto una bellissima sorpresa.

“Ho scritto un pensierino, papà!”

Come esercizio di italiano, scrivono dei brevi testi su ciò che hanno fatto o visto durante il periodo di vacanza.

Con mia sorpresa, il “pensierino” è per l’ultimo film di Star Wars, che abbiamo visto lo scorso 20 dicembre insieme a un’altra famiglia appassionata alla saga.

Di seguito il testo integrale, senza alcuna correzione.

Jacopo recensisce Star Wars IX

Qualche settimana fa (insieme a un amico) sono andato al Lux per vedere l’ultimo Star Wars: L’ascesa di Skiwalker.

Mi è piaciuto molto perché era pieno di momenti emozionanti anche se Leia muore, ma almeno anche Palpatin! (ma la cosa che non capisco è Palpatin perché muore se è già morto!).

Però a me mancano le spade laser perché nel film usano solo fazer: pistole laser.

Jacopo ha otto anni e la Forza scorre potente nella sua penna.

Riesce a trasmettere con efficacia la sua opinione, la argomenta, muove anche una garbata critica a ciò che ritiene un eccesso, con solo tre piccoli perdonabilissimi errori:

  1. “Skiwalker” (“si scrive con la ipsilon”, “Sì papà, in effetti avevo il dubbio”).
  2. “Palpatin” (“qui ci vuole la “e” alla fine e…va bene così”).
  3. Sto ancora ghignando di soddisfazione per i “fazer”: non conoscendo come si scrive, Jacopo lo ha desunto dalla pronuncia, utilizzando la “z” come suono dolce “s” come accade nell’inglese; d’altronde, “fazer” è in inglese. Merita gli applausi per avere utilizzato la nostra lingua per spiegare al lettore il significato della parola inglese.

Ho iniziato a leggere del film soltanto da ieri e il “rumore di fondo” della Rete fa eco al titolo del film: l’ascesa degli “hater“.

Spesso gli adulti, posseduti dallo spirito di Lester Bangs, nel volere per forza preparare la loro versione di “ricetta perfetta” per un film di Star Wars, eccedono con strati di pregiudizio a sfoglia troppo spessa e sugo acido di furore critico.

A otto anni Jacopo, in tre brevi periodi, mette insieme e mescola gli “ingredienti” essenziali per la “ricetta” di Star Wars:

  • il film è riuscito a emozionarti?

Mi è piaciuto molto perché era pieno di momenti emozionanti

  • l’equilibro nella “galassia lontana lontana” è stato ristabilito a prezzo di grandi perdite da ambedue le parti

anche se Leia muore, ma almeno anche Palpatin!

  • l’eccesso di misticismo, inaugurato con effetti disastrosi nella seconda trilogia di Lucas, tende a confondere lo spettatore e, grazie a personaggi che muoiono e rinascono più spesso di “nonni” e “animali domestici” incidentati od ospedalizzati durante gli studi liceali, vira paurosamente alla “soap- opera”.

(ma la cosa che non capisco è Palpatin perché muore se è già morto!)

  • alla fine, puoi girare intorno quanto vuoi, ma alla fine una cosa è sacrosanta e immutabile:  la spada laser è Star Wars più di ogni altro simbolo o personaggio.

Però a me mancano le spade laser

Chi è che non desidera impugnare una spada laser per davvero!

Vuoi mettere come ti apre in due l’auto in doppia fila che – no, tranquillo, non dà fastidio – se non fosse che costringe tutto il traffico a marciare solo su una carreggiata.

Jacopo critica: troppi duelli con i “fazer”, rivogliamo le spade laser!

38 pensieri su “Star Wars IX , la recensione che non mi aspettavo…da mio figlio di otto anni

    1. Sono contento. Mi è sembrato che si sia espresso con chiarezza e proprietà di linguaggio. Mi colpisce in particolare quando scrive che è “pieno di momenti emozionanti”. Ricorda un po’ me più o meno alla sua età quando vidi il primo Star Wars al cinema. Ne fui emozionato anche io (e ne portò i “segni” fino a oggi) , ma non avrei saputo descriverlo così.

      Piace a 1 persona

      1. Questo dimostra e sottolinea sempre più l’importanza dei genitori nella vita dei bambini in quanto primo esempio FORTE del concetto di insegnamento. Il tuo pargolo ha sicuramente preso da te l’amore per la scrittura e la capacità di entusiasmarsi e questo è ENORME !!!!!
        PS
        Io faccio quinta quest’anno e ho qualcuno che non scrive così neanche lontanamente !!!!!😭😭😭😭😭

        Piace a 1 persona

        1. Mi gonfio di sano orgoglio paterno. A parte SW è proprio la capacità di emozionarsi e di trasmettere le proprie emozioni o pensieri a cui tengo particolarmente. Che sia SW o altro, l’importante è che si allenino all’empatia, alla curiosità e alla condivisione/scambio con gli altri.
          Concordo al 100% che famiglia e scuola sono due pilastri portanti e la “casa” non sta in piedi senza l’uno o l’altro.

          Piace a 1 persona

          1. Si, si parla di corretta ed equa cooperazione, con la differenza che noi accompagniamo i vostri bambini per soli 5 anni mentre a voi spetta la vita intera. Comunque è mooooooooolto bello il concetto di educazione all’empatia, alla curiosità e alla condivisione/scambio con gli altri.

            Piace a 1 persona

    1. Grande Laura! Commento da applauso! Da adulti ci perdiamo in sentieri tortuosi rimanendo spesso impigliati tra i rovi delle nostre aspettative e di dettagli puntigliosi. Come avevo intuito nel mio precedente post prima della visione, la migliore predisposizione per la favola di Star Wars è quella tipica dei più piccoli: porta spalancata alla meraviglia e pronti ad accogliere la botta dell’emozione.

      "Mi piace"

  1. Spalancati alla meraviglia…. Bellissima espressione. Dovremmo esserlo sempre, e quando lo siamo è una vera grazia, perchè il mondo è pieno di meraviglie, nonostante i nostri sforzi per distruggerle… Auguri ai tuoi cuccioli, e a tutti i piccoli, perchè nonostante tutto riescano a conservarne almeno un po… Ri-ciao!

    Piace a 1 persona

    1. Sì, certo 😉 Anzi ne è spuntata una nuova di colore giallo.
      Avrei bisogno di una seconda visione, ma anche io ho avuto l’impressione che, nel complesso, i combattimenti di spade laser siano finiti in secondo piano rispetto all’utilizzo dei “fazer” e di altre armi.
      Credo che Jacopo sia stato colpito dal fatto che le spade laser, alla fine, siano state seppellite da Rey come l’usanza tra gli Irochesi di seppellire le armi in segno della pace raggiunta. La citazione dell’usanza dei nativi americani della costa orientale potrebbe non essere casuale.
      Insomma, sebbene Jacopo non conosca quest’usanza, peraltro talmente presente nei racconti romanzati sui nativi d’America che è entrata anche nel nostro vocabolario, deve avere percepito che abbiamo detto addio alle spade laser. Spero proprio di no.

      "Mi piace"

  2. Spettacolare!!
    Sintesi e efficacia. Un piccolo Jedi, indeed.
    Ha anche un po’ spoilerato, ma chissenefrega! (come sai, io i film li vedo a distanza di lustri, anni luce, e me li gusto sempre e comunque come fossero appena usciti in sala)
    La critica al film, che – deduco, anche dalle reazioni di conoscenti andati e tornati dalla Galassia lontana, lontana – sia da vedere – è però sacrosanta… Come cavolo si fa a non mettere le spade laser!!! Inaccettabile…

    Piace a 1 persona

      1. Vero e aggiungo che è bello riuscire a imparare dai bambini.
        Jacopo ha una particolare capacità o predisposizione o dono che avevo anche io: si racconta un sacco di storie.
        Meglio di me, sa anche raccontarle: predilige il disegno (anche io alla sua età, il DNA fa strani scherzi), una sequenza di elementari vignette, un inconsapevole quanto autentico “storyboard”. La sua mente ha davanti a sé la storia per immagini e, a quanto pare, riesce anche a descriverla con le parole. I suoi testi sono spesso accompagnati da disegni a tema. Puoi immaginare quanto ne sia felice e spero di aiutarlo a conservare e sviluppare questa predisposizione…
        …dove il suo papà non è mai giunto prima.

        Piace a 1 persona

    1. Le spade laser ci sono, ma come scrivevo a fperale – che non ti invito a leggere onde evitare un grosso spoiler – ho anch’io ricevuto una sensazione che fossero in secondo piano. E a giudicare anche da un gesto di Rey alla fine del film direi che è intenzionale. Ripeto: non leggere il mio commento a fperale altrimenti perdi una sorpresa che deve rimanere tale.
      —-
      PS:
      Jacopo ha spoilerato? Impaliamolo! 😉
      Ne discutevo con un mio amico che ha sollevato la stessa “questione”: non amo inserire gli avvisi “no spoler” o “spoiler”. Sono per la lettura come una barriera “Jersey” messa di traverso sulla corsia di sorpasso dell’autostrada. Chi non vuole leggere di Star Wars prima di vedere il film, appena legge il titolo può starsene alla larga. Come ho fatto io per tutto il periodo precedente alla visione del film.

      Piace a 1 persona

  3. Si vede che Jacopo ha un papà eccezionale, che sa trasferire ed instillare curiosità, passione e meraviglia dando quegli stimoli che prima e “a long time ago” sono stati importanti per lui. E Jacopo ha accolto con entusiasmo tutto questo e lo restituisce a modo suo come solo un bambino di otto anni sa fare.
    Meraviglioso.
    Auguri di buon anno

    Piace a 1 persona

    1. Mi fai diventare rosso. D’altronde con il nick che ho non dovrebbe vedersi tanto 😉
      Ti ringrazio.
      Io ci provo e continuerò sempre a farlo: sto provando a mettere insieme quella che chiamo “la loro cassetta degli attrezzi”. A questa età sono delle “spugne”: assorbono e restituiscono. Assorbono molto di più di quanto manifestano e ne percepiamo solo parte degli effetti.
      Un augurio di buon anno.

      "Mi piace"

  4. evidente la trama è troppo complessa o farraginosa se quella innocente creaturina non ha capito bene quel passaggio narrativo…avrei preferito se avesse riportato gli effetti sonori dei fazer. altro che pum! pum! pam! bang! che avrebbe incontrato se ci fossero state le pistole a scoppio… poi come gli spieghi, a quella innocente creaturina, che le spade laser altro non sono che simboli fallici del machismo maschilista plutocratico imperante per instillare nelle menti giovani pulsioni sessuali accentuate subliminali che quando diverrà grande cagioneranno un grosso innalzamento nelle sue parti bassine… ah, la juventude…

    Piace a 1 persona

    1. Escludo di andarmi a impantanare in discorsi così “delicati” dato l’imbarazzo che mi coglierebbe. Comunque, visto che in SW di sesso proprio non ce n’è accenno (a parte uno flebilissimo di Leia in bikini alla corte di Jabba) posso vivere senza rimorsi di coscienza di avere omesso tale spiegazione. 😂😂😂

      Piace a 1 persona

  5. Sicuramente un pensiero più maturo di quelli che ho letto in rete da parte di persone più adulte. Quel che è successo in questo film è in parte colpa della Disney per aver dato retta alle lamentele dei fan per episodio VIII e in parte è colpa dei fan stessi per essere stati così ossessivi tanto da fare petizioni e far chiudere pagine Instagram agli attori.
    Mi dispiace per come è finita, ha i suoi momenti magici ma purtroppo è la sceneggiatura che funziona male. Cercando di cancellare episodio VIII (film che io ho apprezzato davvero tanto per il suo coraggio ma soprattutto per la sua bellissima messa in scena), hanno creato dei gravi errori.

    "Mi piace"

    1. Grazie!
      In mezzo al rumore e a tanto starnazzare di critici a tutti i costi, il testo di Jacopo ha messo a nudo una verità: mi sono emozionato?
      Risposta: si.
      È così semplice e impossibile da evitare come risposta, impossibile negare a se stessi la verità qualunque sia la risposta.

      Piace a 1 persona

        1. Goditi questi momenti. Il meglio è tra i 2 e i 4 anni. I miei ne hanno 8 e quando rivedo i video di quando avevano 2 anni mi squaglio per la tenerezza e la bellezza di quei momenti. Vorrei che non fossero cresciuti. A 9 mesi è un continuo divenire, quasi non gli stai dietro. E un sorriso e un “guh” o un “da-da-da” ti riempiono il cuore.
          Poi è tutto “lavoro” vostro di mamma e papà: assorbono come spugne anche il “non detto”, te ne accorgerai dopo. Io ho provato a trasmettere ciò che mi emoziona e appassiona. Non so se lo hai letto, ma Star Wars sono stati loro a chiedermi di vederlo quando avevano 4 anni. Le reazioni sono state comiche e anche formative per me.
          La cosa meravigliosa di SW è anche questa: uniscono genitori e figli in un’esperienza completamente differente.

          Piace a 1 persona

          1. Hai ragionissima, ora un “pa – pa” mi emoziona tantissimo e sono comunque contento che non gattoni o cammini perché è facile stargli dietro e giocare con lui senza grossi pericoli che si faccia male… noi proviamo a passargli tranquillità e felicità, per adesso lui risponde sorridendo tantissimo quindi spero che qualcosa stiamo facendo bene! :–)

            E spero vivamente che mi chieda di cinema quanto prima! :–D

            Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.