Star Wars VII: meno 2 all’alba. L’ansia da prestazione, film

Tranquillo, Luke...Tranquillo. Questa volta, vedrai, andrà meglio...

Tranquillo, Luke…Tranquillo. Questa volta, vedrai, andrà meglio…

Che la Forza sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti ai Signori Jedi. Rendiamo grazie agli Jedi. E’ cosa buona e giusta.

Il momento tanto atteso sta giungendo. Ciò potrebbe rimbalzarvi peggio che sul Muro di Gomma dell'”incidente” di Ustica se non siete uno Star Wars “addicted” (“fan” sa troppo di adolescente urlante a un concerto di pop-star e io ho una certa età).

Non me ne cale tu chi sia, o naufrago su questi lidi, sappi però che Star Wars è un argomento che ha già generato parecchia letteratura, invero di opinabile levatura, in questo arcipelago semi-disabitato e fuori dalle rotte conosciute nell’oceano di Internet.

Sappi pure che se “Star Wars” è qualcosa che ti suona nuovo e del tutto sconosciuto all’udito, le cose sono due (e non una alternativa all’altra): 1. hai vissuto fino a oggi su un pianeta del sistema stellare di Betelgeuse, seconda stella a destra dopo Rigel, costellazione di Orione questo è il cammino e poi dritto, fino al mattino poi la strada la trovi da te; 2. giunto su questo piccolo sasso planetario, dopo un viaggetto di 600-640 anni luce, fai un ultimo sforzo: occorre urgentemente che ti vada a fare vedere da un bravo specialista in otorinolaringoiatria.

Star Wars: il Risveglio della Forza, d’ora in poi Star Wars e basta, sta arrivando, generando dentro di me un’attesa, un’ansia neanche fosse l’eclissi di Sole profeticamente annunciata da quei furbacchioni di sacerdoti Toltechi al volgo Maya raccolto in trepidante attesa sotto la piramide di Chichén Itzá (accento sulle ultime sillabe, tanto lo so che pronuciate “CícenÍzza”)

L’ansia da prestazione.

Il 16 pomeriggio l’ho preso di ferie: mi porto al cinema a vedere Star Wars i due nani di 4 anni e la compagna allergica a qualsiasi cosa inizi con “fanta”, a parte l’aranciata. Siamo insieme ad altri genitori, Star Wars “addicted” come me, e relativo pargolame.

Non tanto tempo fa a casa mia...

Non tanto tempo fa a casa mia…

I due piccoli padawan sono stati già illuminati sulla situazione ingarbugliata che c’era tanto tempo fa (1977, non è poi così tanto, su…) in una galassia lontana lontana. A parte qualche piccola difficoltà con la pronuncia dei nomi tipo “Strar Uoss” e “CiUnoPiottA”, i gemelli hanno partecipato e reagito con entusiasmo alle vicende di queste guerre stellari, prendendo subito a cuore le sorti dei !llobbò! (in nanesco si scrive “robot” e si pronuncia !llobbò!), in particolare di CiUnoPiOttO poiché diversamente-alto come loro e altrettanto tendente al molesto e petulante.

Tuttavia, ho pronta una tisana bio-eco-compatibile con licheni, piante aromatiche, semi e roba adatta a mangime per uccellini quindi edibile anche dai miei piccoli gemelli allo scopo di sedarli nel caso non riescano a stare seduti buonibuoni per un paio di orette. Solo un paio di orette, non chiedo molto no?

Vi ho cambiato i pannolini e ora ho i sensi di colpa nei confronti del Pianeta per ciò che che contenevano; sono rimasto sveglio nelle ore più assurde della notte da scambiarle spesso per il mattino, anche se vi ostinavate a invocare la “mamma” (“sono papà, che c’è amore?”); sono corso a riscaldarvi ettolitri di latte tali da svezzare la popolazione dei piccoli di elefante in Botswana (che è la più popolosa dell’Africa); e io vi  vi ho portato l’acqua, vi ho portato a fare pipì e popò nei momenti più assurdi che un essere umano raziocinante possa immaginare (altro che “ho visto cose” in Blade Runner!); vi vesto la mattina perché avete le mani sempre impegnate con cose – giustamente – più serie come pupazielli, matite colorate, ardite costruzioni in Lego partorite sotto effetto del crack misto ad acidi andati a male; mi avete sottratto il joypad il sabato pomeriggio, che è sacro pure nelle 10 Parole del Signore nella Legge per Israele, il popolo eletto da Dio; ho rinunciato ai liberatori genocidi e risse in pixel che potessero creare turbamenti non già a voi, che non avete perso la Ragione di fronte ad aberrazioni cartonate quali Teletubbies e Peppa Pig, piuttosto alla debole mente della vostra genitrice.

È ‘na vita de stenti, ma Star Wars vale bene una messa.

Belushi ha visto la luce...Se J.J. non ha fatto quello che doveva fare, l'ultima cosa che vedrà è la luce di una spada laser.

Belushi ha visto la luce…Se J.J. Abrams non ha fatto quello che doveva fare, l’ultima cosa che vedrà è la luce di una spada laser.

Ho rinunciato finanche alla sacrosanta “maratona” di film, che è come vedere LA LUCE! e, da quel momento, rinunciare a Satanasso, alla mondanità ed essere risoluti a ottenere l’indulgenza plenaria, ma non fare il “giro delle sette Chiese“. “Aiutati che Dio ti aiuta” me lo diceva pure la nonna, se non ti prepari come si deve e non compi i passi dell’antico e prescritto pellegrinaggio, come fai a ottenere l’indulgenza tariffa flat 12 mesi rinnovabili + il pratico astuccio porta cuffiete sponsored by RadioMaria?

Come durante la Peste Nera del 1347 (quasi 1350), sto evitando ogni contatto…Con qualsiasi cosa a marchio “Star Wars” per arrivare “lucido” a questo nuovo film della saga, che speriamo Disney non trasformi in “sega”.

Di certo non posso pretendere di arrivarci “verginello”, perché la santità la persi quando Lucas prese la deriva mistica dei minchi-clorian. Recitai il calendario gregoriano nelle lingue apocrife e dei culti di Cthulu, invocando sullo Skywalker Ranch e sulla Lucas Valley Road la calata in paranza di Yog-Sothoth e Azathoth. Sono finito in fondo alla fila per il treno per Paradiso-città a causa di tante e tali silenti bestemmie a causa di Jar Jar Brinks e della non richiesta (cui prodest?) spiegazione del concepimento di Anakin alla stregua di un bimbo che festeggiamo da 2.000 anni abboffandoci alla sua salute ogni 25 dicembre…Che poi non è nemmeno la sua vera data di nascita.

A proposito di auguri e compleanni, permettetemi una…

Piccola digressione che è quasi Natale e ci sta (fa colore e calore)

Natale tutti in famiglia (foto scattata a Napoli e raccontata in (bav)Auguri di Natale )

Natale tutti in famiglia – foto scattata a Napoli e raccontata in (bav)Auguri di Natale

Mi capita di sbagliare data e fare gli auguri il giorno prima a una persona: quella per poco non mi manda a pascere, nemmeno gli avessi augurato l’ultimo dei suoi anni, poiché – lo sanno tutti – fare gli auguri prima, porta sfiga. Ora, rispondete a questo mio dubbio: perché festeggiamo Gesù Bambino un giorno che sicuramente non corrisponde alla sua data di nascita?!? Gli vogliamo portare sfiga?!?

Non è bastato condannarlo al posto di un conclamato terrorista (per l’Impero Romano…); poi, non è bastato torturarlo e crocifiggerlo, eppure sembra che  abbia fatto del bene in giro, quantomeno è stato il primo a dire che “gli uomini sono tutti uguali”, pure le donne. E all’epoca era uno di quelle “Annuciaziò!Annunciaziò!” da fare tremare gli Imperi (anfatti anvedi che fine ha fatto quello romano…), insomma un Signore annuncio!…Altro che l’annuncio di un nuovo Star Wars VII prodotto da The Walt Disney Company e diretto da J.J. Abrams!…Insomma, quasi…Ci va vicino. Zzzzzzot!

Che cosa chiedo a Babbo Natale? Solo che i due amabili, adorabili nanerottoli stiano buonibuoni per due ore, due miserelle orette…centoventi minuti…cosa sono rispetto a tutta la vita che hanno davanti?…In caso contrario, saranno gli ultimi centoventiminuti. E niente regali da Babbo Natale, nè quest’anno e nemmeno gli anni a venire.

O v v i a m e n t e.

Che la Forza sia con voi. E con il tuo spirito. In alto i nostri cuori. Sono rivolti ai Signori Jedi. Rendiamo grazie agli Jedi. E’ cosa buona e giusta.

And we gonna make you lose your mind (yeah)
We just wanna see you… shake that! 

star_wars_il_risveglio_della_forza_poster_ufficiale_jpg_1003x0_crop_q85

Informazioni su redbavon

https://redbavon.wordpress.com/about/ Vedi tutti gli articoli di redbavon

24 responses to “Star Wars VII: meno 2 all’alba. L’ansia da prestazione, film

  • ysingrinus

    Aspetterò almeno una settimana, forse due prima di decidermi. Quasi non lo voglio vedere, so già che mi giocherò l’eternità, di nuovo, come anche Tu hai fatto.
    Dico solo che li odio, Abrams e Disney, in anticipo.

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      @ysingrinus “La paura è la via per il Lato Oscuro. La paura conduce all’ira, l’ira all’odio; l’odio conduce alla sofferenza. Ah… Io sento in te molta paura.” E se Internet potesse faer sentire gli odori, allora sentiresti da questa parte dello schermo che io devo cambiarmi le mutande. Abrams e Disney, ci state facendo fare sotto dalla paura…Io vi avviso: Disney, se dopo avere visto il film dovrò ricorrere all’Imodium, metterò inimicizia, come la Maddonna (quella vera!) e il serpente, tra il vostro fottutissimo marchio e i miei figli; J.J. Abrams, già le tue iniziali mi ricordano Jar Jar Binks, ma Ysingrinus, Mastro Birraio ed io ti aspettiamo sotto casa tua.

      Mi piace

  • Paolo

    Red, sei un grande!! Le risate… Sui “minchi clorian” hai toccato l’apice… In effetti, l’immacolata rivelazione era davvero imbarazzante… Complimenti! Anche agli street Stormtrooper…😉

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      @Paolo Mio caro bro’ggler, sempre magnanimo con la penna di questo mentecatto! L’ansia mi fa quest’effetto: un rutibilío (o rutilanza?) di vaccate a catena in una delle ‘combo’ più tecniche che si possa eseguire con 6 tasti, 2 mani e tutte e 10 le dita, in Street Fighter. Se la barra dell’Ultra-Vac-O-Meter è carica al massimo, la combo termina con un Auto-Fatality à la Mortal Kombat di potenza devastante, che manda in stack-overflow il sistema e tocca riavviarlo con un boot strap manuale inserendo le istruzioni in codice-macchina, riga per riga, via terminal session.
      Certo tipo di ansia non la gestisco. Con le donne mi capitava lo stesso: se mi piaceva una da morire, mi ammutolivo, luuuunghi silenzi, quando decidevo di rivolgerle la parole, ne uscivano delle vaccate immani. C’est la vie.
      Gli Street Stromtrooper (bella definizione!) sono meglio di Beyoncé e le Destiny’s Child! Tira più Star Wars che un pelo di…vabbè ci siamo capiti.😉

      Liked by 1 persona

  • Mastro Birraio

    Se giovedì non mi vedranno in ufficio e perchè sarò partito, armato d’odio come Palpatine e di equipaggiamento come Boba Fett per dare la caccia a quei maledetti!

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      Vedi qui mia risposta a bro’ Ysinginus. Sapevo che saresti stato dei nostri nell’Operazione “Abrams Storm”. Schwarzkopf non sei nessumo. Tadaaaa taaaaa tatataaataaaatah tatà tatà tatàaaaahhhh <incipit del tema principale arcinoto che ormai ci stiamo canticchiando tutti nella testa…)

      Mi piace

      • Mastro Birraio

        TaN Tan Tan Tan Da dan ta da Dan!

        Liked by 1 persona

      • redbavon

        Eh sì La Marcia Imperiale! Ho insegnato ai miei nani a cantarla quando arriva la madre…

        Mi piace

      • Mastro Birraio

        é la suoneria del mio cellulare!

        Mi piace

      • redbavon

        Cioè te la canti da solo quando ti chiamano?🙂

        Mi piace

      • Mastro Birraio

        D’altronde con lego Darth Vader come capo ed io povero scribacchino non avrebbe potuto essere diversamente!

        Mi piace

      • redbavon

        Lego Darth Vader come capo è in effetti non è il massimo della vita, certo meglio di Lego Darth Vater (pessima, ma non ce l’ho fatta a fermare le dita). Il capo è il capo, come la mamma ce n’è una e (questa) è una sóla quando hai finito la “paghetta”.

        Mi piace

      • Mastro Birraio

        Scopri che non è l’unica sòla quando anche tua moglie controlla le buste in arrivo dalla fumetteria e vuole la tua password di Amazon!

        Liked by 1 persona

      • redbavon

        No la password di Amazon No! A tutto c’è un limite. Va bene il conto mio intestato a tutti e due (e il suo intestato a lei); va bene che la casa è intestata a tutti e due, poi se lei litiga con me, continuerà a viverci solo lei; va bene che nel pieno della notte i bimbi vogliono l’acqua, tu – nonostante stai per avere la meglio sul fetentissimo Boss dell’ultimo livello all’ultima tacca di vita(mortaxxi sua!) – gliela porti e ti rispondono “grazie, mamma”; va bene che nella libreria non c’è più posto per le tue “cose” (lei non riesce a pronunciare “videogioco” e Blu-ray è un termine privo di qualsiasi senso), ma le pentole&tegami non bastano mai nonché “un” servizio da 132 forchette, 132 cucchiai, 132 coltelli, 132 cucchiaini, 132 forchette da dessert per 1 bocca e 2 mani cadauno. Ma la password di Amazon, No.

        Liked by 1 persona

      • Mastro Birraio

        Gli ultimi avamposti della mia libertà! La password di Amazon e la mezz’ora di gioco la sera!

        Liked by 1 persona

      • redbavon

        Mezz’ora TUTTE le sere?!? Gran lusso, fratello di joypad. Ormai le mie conso(rel)le sono sul mobile sotto la TV come le bambole di porcellana (terrificanti!) sui letti a baldacchino dei nonni. I joypad prima o poi mi faranno le corna con il primo elettrodomestico che passa di lì, visto che li tocco la sera del fine settimana (e di notte in rari casi infrasettimanali…Chiaramente nelle notti di plenilunio). A ‘sto punto ci provo: “Cara, se ti dò la mia password di Amazon, facciamo un patto un pò più elastico…”. Mi becco sicuro dell’infatile, chiramente appropriandosi della password. Ma è una donna di parola. Seria eh. …
        … …

        Tanto poi la password di Amazon la posso cambiare no?

        Mi piace

  • unmateamargo

    In primis: pezzo deliziosamente godibile, bravo!
    Non entro nel tema “Star Wars” (vedo che la pensiamo allo stesso modo) ti faccio solo un augurio rierito al tuo
    “Solo che i due amabili, adorabili nanerottoli stiano buonibuoni per due ore, due miserelle orette”
    se così non fosse che la forza sia con te.

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      Grazie cara! Il “deliziosamente” è particolarmente gradito. Con il tuo “bravo” Narcisiello – piccolo boccoluto esserino che alberga in questa vecchia carcassa – sta facendo un’ammuina che non ti dico: qui dentro, ne sento il rapido scalpiccío, s’interrompe d’improvviso e inizia a zompetta, urletti a non finire…Naarcisooo, Naaarcisoooo…NARCISIE’ bbuò’fernì ‘e fa tutta ‘st’ammuina!?!…Occhei, va bene, ti dò l’ovetto Kinder, però tu mò ti metti là, al tuo posto, e te ne stai buono buono fino al prossimo post.
      L’augurio è bene accetto, so che è un azzardo, ma i padawan vanno educati da piccoli, altrimenti poi finisci sui telegggiornali “Casa killer: ennesimo incidente tra le mura domestiche. Adolescente affettando il pane, trancia la mano al padre con la spada laser”. Io la fine di Darth Vader non la voglio fare.

      Liked by 1 persona

  • Fabrizio

    hola!!! Io invece non me la rischio, conosco la mia “bestiolina” e se posso andrò senza il “llobbò” Valerio programmato per fare domande in continuo ed alcune volte anche a random ( chissà cosa gli frulla per la testolina ).Spero comunque che il male incarnato in ” kilo- rien ne va plus” non sia il ” papà di qualche “buono”….già il piccolo ci è rimasto malissimo quando ha scoperto che il “Vader” era il papà del giovane Luke dicendomi: ” mapppapà..maipapàsonotuttibbuoniii”

    Liked by 1 persona

    • redbavon

      Saggio tu sei. Io – come dite voi a Roma – me la rischio. Anche perchè, tra Natale e impegni familiari, ordinari e straordinari per tali festività, temo che non avrò più la possibilità di riservarmi due orette, due miserelle orette per andare al cinema. Quindi o la va o LI spacco.
      Comunque Vader, pure se era il papà di uno dei “Buoni” non è che automaticamente entra nella lista dei “Buoni”. Voglio dire, nella realtà di tutti i giorni, il padre può essere un gran casinista e filibustiere (per essere educato e morigerato), ma il figlio – proprio per evitare la fine del padre – si dimostra un bravo guaglione. Poi, se vogliamo salvare tutti, allora devo dare ragione a chi sostiene che Star Wars è un film di chiara matrice ciellina.

      Mi piace

  • Fabrizio

    Allora l’unico consiglio è; vai di pop corn…geneticamnte modificati dal “Papà”.E se dovesse andare come ovviamente neanche voglio pensare, conta su di me. Magari ti chiamerò “improvvisamente “un venerdì pomeriggio per un tuo improcastinabileinterventosulmiotabletdilavoro…il resto saranno 2 biglietti “centrali”.

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: