Star Wars VII: La rivincita del Nerd Logorroico

Redbavon-tweet-SW7trailer

Das Raumschiff. L’ Astronave. Nella pubblicità della nota Macchina del Popolo (tedesco), è stata eliminata la voce che pronuncia la scritta che appare sotto al logo: Das Auto. L’Euro dà, l’Euro toglie.

Convivo con due nani da 4 anni. Dichiarare di essere pronti a un simile evento nella tua vita è come aspettare sulla spiaggia uno tsunami, con la tavola da surf sotto il braccio e il panino con la cotoletta nella borsa termica sotto l’ombrellone. Nulla sarà come prima. E la vita che avevi sognato nei tuoi piani lastricati di buone intenzioni ed elevate aspettative non solo sarà obliterata, ma perderà di qualsiasi significato. Così, in uno schiocco di dita, verrà naturale.

Tutto ciò che ha fatto parte della tua vita, non avrà più senso, a eccezione di una: il sonno.

E anche questa cosa verrà irrimediabilmente obliterata.

Il “nano” non ti darà tregua, che sia notte fonda o mattino presto o un’ora tale da non distinguere se sia meglio chiamarla “notte mooolto fonda” o “mattina mooolto presto”. Il “nano” si ciba del tuo  sonno.

Ebbene, amo chiamare “nani” i due gemelli poichè sono un nerd di origine tolkeniana: ho letto Il Signore degli Anelli a dieci anni e, fino all’avvento mediatico della trilogia cinematografica di Jackson, ero considetato “nerd” dai più. I gemelli, infatti, hanno in comune con i nani della Terra di Mezzo non soltanto la statura diversamente-alta (sono permalosi), ma anche un naturale opportunismo e un’innata abilità di artigiani e di costruttori di Lego e piste Hot Wiiins (trad: Hot Wheels); sono tenaci e testardi, difendono le loro proprietà cioè automobiline, aerei, terrificanti gadget-sorpresa – un ovetto per domarli, un ovetto per trovarli, un ovetto per ghermirli e con la sorpresa quietarlipupazzielli o immonde schifezze che neanche un orchetto raccoglierebbe dal marciapiede. Per questi tessssori danno battaglia all’ultimo sangue a chiunque voglia sottrarglieli o gliele abbia già sottratti (fosse anche il fratello gemello). Tuttavia sono amanti della gozzoviglia e chiassosi compagnoni.

I miei due nani sono operativi alle ore 6-6.30 del mattino. Sabato e domenica inclusi.

A 4 anni ormai si dichiarano “grandi” e, se vogliono arrivare a 5, ho stretto una santa alleanza con la straordinaria donna che è la mamma: almeno di sabato, chiudi la porta della camera da letto onde evitare che i gioiosi (?!?) stridolini dei nani mi buttino giù dal letto e io, a mia volta, butti giù dal calendario angeli, cherubini, putti e santi tutti.

Stamattina, sabato 31 di un mite ottobre, dormivo della grossa: avevo fatto molto tardi, ma non per ragioni che ci si aspetta da un adulto, padre di famiglia, sesso maschile, tratti indo-napoletani, migrante a Roma. Dopo due settimane senza toccare joypad, The Witcher 3 mi ha incollato allo schermo fino a ore da vampiro e, solo quando un wraith mi ha ripetutamente malmenato, ho capito che con le donne, seppure non-morte, è inutlle insistere. Che vi avevo detto? Sono un nerd.

Un suono che non mi aspettavo mi scaraventa giù dal letto. Non i pargoli innocenti, la porta è chiusa. Il suono viene da molto vicino, è penetrato nel canale uditivo come un coltello incandescente nel panetto di burro sotto un sole estivo. Sul comodino, il telefono è poggiato in carica su uno styloso cubo bianco che fa da radio-stereo e ha emesso un acuto suono, alieno alla camera immersa in un altrettanto alieno silenzio. Nel sonno in stato di fottuto REM, il cervello veglia, registra la stranezza e allerta il resto del corpo, il segnale di “All’armi, All’armi!” è dato: sono sveglio.

Riconosco il suono: è una notifica. Qualcuno mattiniero sulla Rete, mi ha scritto. Ma chi ca@#% è a quest’ora del sabato?!?  Afferro il telefono, come se afferrassi una gallina per il collo risoluto a torcerglielo a mani nude, scorro il dito sullo schermo (mor)touch(-tua) e finalmente leggo il reo di tale criminale atto:

Redbavon-tweet-LegaNerd-pref

Per un nerd logorroico come me sono soddisfazioni! Un miserello tweet di 140 caratteri tra i preferiti di…Lega Nerd, il secondo migliore sito tecnico divulgativo nazionale, mica bubbole!

A imperitura (mia) memoria e alla buona salute di chi mi dice che sono logorroico e i miei post troppo lunghi per essere letti. A questi ultimi lo dedico con affetto.

Star Wars mi segna ancora. In 140 caratteri.

La rivincita del Nerd Logorroico.

Redbavon-tweet-LegaNerdOnda sonora consigliata: Tu scendi dalle stelle.

Informazioni su redbavon

https://redbavon.wordpress.com/about/ Vedi tutti gli articoli di redbavon

3 responses to “Star Wars VII: La rivincita del Nerd Logorroico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: