Dark Souls. Gutta cavat lapidem

Dark Souls. Gutta cavat lapidem. La goccia scava la roccia. Questa non è una recensione, questo è un avvertimento: Dark Souls non perdona. E c’era da aspettarselo. Come promesso dagli stessi autori, From Software, e seguito spirituale di quella “brutta bestia” di Demon’s Souls, porta con sé lo stesso conflitto interiore: voglia di fissare il record mondiale di lancio del joypad dalla finestra e attrazione fatale da sindrome “un'altra partita e poi smetto”, al limite del sadomasochismo.